Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
26 settembre 2015 6 26 /09 /settembre /2015 12:23
Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.

La Sicilia è un territorio interessante per osservare rettili, e non solo.

Nelle scorse settimane mi ci sono recato, assieme a Johan, con la speranza di riuscire ad osservare Vipera aspis hugyi, la sottospecie di vipera aspis tipica del Sud Italia. Gli ambienti vasti, la probabile densità minore delle popolazioni e, credo anche, una lacunosa conoscenza delle abitudini di questo serpente hanno reso le ricerche difficili. Il periodo scelto per questo viaggio non era dei migliori (la primavera permette sicuramente maggiori osservazioni), ma la speranza era di avere delle notti piovose e delle giornate dalla temperatura mite.

Qui di seguito vi mostrerò alcuni incontri che ho potuto fare nella zona del Monte Etna.

Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.

Nelle prime giornate abbiamo dedicato le ricerche nelle zone fluviali, dove gli anfibi non mancavano. Con le rane ho qualche problema di identificazione, alcune, come la raganella l'abbiamo solo potuta sentire ma non vedere.

Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.

Nella foto precedente e nella seguente, Bufotes siculus, il rospo smeraldino siciliano.

Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.

Seguono alcune rane, preferisco non azzardare con la loro identificazione:

Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.
Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.
Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.
Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.

La foto seguente ritrae una rana posata sul cadavere di un rospo, probabilmente un ottimo luogo per cacciare mosche:

Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.

Tra gli incontri piacevoli, c'è stato questo, col granchio di fiume (Potamon fluviatile). Non credevo di riuscire a vederne, invece ne ho potuti osservare due, degli esemplari giovani, che si differenziano dagli adulti, che loro, presentano una bella colorazione violacea invece che giallognola.

Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.
Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.
Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.
Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.

I primi serpenti che abbiamo potuto vedere sono stati quelli schiacciati dalle auto. Come in ogni paese, anche in Sicilia, le strade spesso tagliano gli habitat degli animali, rendendoli vulnerabili e vittime degli automezzi.

Nella prima foto un biacco (Hierophis viridiflavus), nella seconda un giovane Saettone occhirossi (Zamenis lineatus).

Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.
Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.

Le nostre ricerche ci hanno portato in ambienti splendidi, selvaggi, ma pure rurali, dove le testimonianze del lavoro dell'uomo sono presenti, in modo semplice ma incisivo.

Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.
Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.

Le lucertole sono sicuramente i rettili che ho potuto vedere in abbondanza, ma poche mi hanno permesso degli scatti decenti. Qui di seguito alcune lucertole campestri (Podarcis sicula).

Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.
Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.
Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.
Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.

Sorprendentemente ho potuto ammirare decine e decine di macaoni (Papilio machaon), di cui ho fotografato solo un bruco...

Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.

Nelle felci ai piedi dell'Etna, non credevo di imbattermi in un Polygonia c-album...

Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.

Come in molti altri mondi, anche qui gli insetti sono ovunque!

Un maschio di cavalletta tenta un approccio con una femmina...

Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.

... un colleottero sembra già più vicino alla meta...

Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.

... mentre queste due mantidi sono indaffarate:

Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.

Il ramarro (Lacerta bilineata) é ben presente i diversi habitat della Sicilia, chiaro che sorprende vedere questa macchia verde sbucare dalla lava scura:

Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.
Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.
Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.

Le nostre ricerche di vipere e serpenti ci portano in vari ambienti, da campi semi-aridi a colate di lava dai bordi rigogliosi...

Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.
Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.

La scolopendra cingulata non é per nulla rara, animale temuto per il suo morso, se non infastidito é pacifico.

Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.

Incontro interessante con un piccolo scorpione (Euscorpius sicanus): 

Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.
Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.

Tra i vari animaletti che mi ha fatto veramente piacere vedere c'é stato questa mantide dal mimetismo spettacolare. La immaginavo più grande... ho fatto fatica a realizzare che quel piccolo fuscello di erba secca che il vento faceva dondolare, in realtà fosse lei: Empusa pennata!

Purtroppo il vento non mi ha aiutato molto a realizzare delle belle foto di questo insetto, dalla testa dalla forma extraterrestre.

Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.

Con sorpresa siamo riusciti ad osservare un Gongilo (Chalcides ocellatus tiligugu), animale che pare lento, ma che sa come muoversi nel suo ambiente:

Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.
Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.

Vista l'abbondanza di insetti, immancabilmente i predatori erano presenti, qui uno splendido ragno, Argiope lobata:

Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.

Il ritorno nella civiltà fa credere di essere al sicuro dai vari "mostriciattoli" incontrati in natura...

Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.

... ma i ragni sembrano sapere che deve c'è l'uomo, c'é cibo...

Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.

... e le maledette zecche, cadute dai vestiti mentre ci si fa la doccia, si riappostano subito sul lavandino, pronte ad aggrapparsi al primo che passa:

Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.

Le scampagnate fatte con Johan ...

Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.

... ci hanno portato a reincontrare con piacere Melo, l'uomo dei Biacchi!

Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.

Gli ambienti mediterranei, caldi e secchi sono veramente favorevoli alle mantidi religiose di cui vi mostro alcune foto:

Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.
Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.
Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.

Alcune cose che si incontrano gironzolando:

Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.
Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.
Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.
Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.
Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.

Poi finalmente, anche grazie all'aiuto di Melo, riusciamo a vedere e fotografare un serpente. Si tratta del Saettone occhirossi (Zamenis lineatus), cugino stretto del nostro Colubro di Esculapio (Zamenis longissimus). Alcune  particolarità del Z. lineatus, sono l'occhio generalmente più rosso del nostro Saettone e la quasi costante presenza delle linee longitudinali sulla schiena:

Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.
Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.
Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.

In sei giorni abbiamo esplorato tutti gli ambienti possibili: boschi aperti, boschi più chiusi, colate di lava, roveti, campi di felci, diroccati, muri a secco... di mattina, di pomeriggio, di sera...ma di vipere nemmeno l'ombra!

 

Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.
Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.
Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.
Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.
Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.

L'ultima mattina, con Johan decidiamo di concederci ancora due o tre ore di ricerca, senza grandi speranze di riuscire a trovare quel che speravamo.... quando ad un tratto, finalmente riusciamo ad osservare una giovane femmina di vipera. 

La sua livrea é perfettamente in accordo con l'ambiente in cui vive, ha il colore della pietra vulcanica, dei muschi e dei licheni. Mimetismo indispensabile per sparire tra le rocce immerse nei rovi e nella vegetazione, ambienti spesso sorvolati da rapaci in cerca di prede.

Vi lascio con le foto di questo piccolo gioiello del Monte Etna: Vipera aspis hugyi.

Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.
Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.
Sicilia, alla ricerca delle vipere dell'Etna.

Copyright © Grégoire Meier 2015. Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione, anche parziale dei testi e delle foto.

Condividi post

Repost 0
Published by Grégoire Meier
scrivi un commento

commenti

Presentazione

  • : Serpenti del Ticino
  • Serpenti del Ticino
  • : Punto di incontro per gli amanti dei serpenti o solo per chi è curioso di conoscerli.
  • Contatti

Contattarmi

Se volete contattarmi, per informazioni o per identificare un serpente che avete osservato, mandatemi pure una mail al seguente indirizzo: 

info@serpenti-del-ticino.com

oppure chiamate o mandate una foto al:

077 425 68 37

Cerca