Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
2 ottobre 2018 2 02 /10 /ottobre /2018 07:42

La primavera sembrava appena arrivata ed eccoci già in autunno... mille giri pensati...10 fatti come ogni anno...ma per lo meno ci son numerose altre mete per la stagione prossima!

 

I primi segnali dell'autunno si fanno sentire in vari modi, dalla vegetazione che cambia colore ai fiori estivi che lasciano il posto a quelli autunnali, come i Colchivum autumnale delle seguenti foto:

Stagione 2018 agli sgoccioli.
Stagione 2018 agli sgoccioli.

 

 

I nidi delle vespe Polistes sono grandi, carichi e pieni di operaie indaffarate:

Stagione 2018 agli sgoccioli.
Stagione 2018 agli sgoccioli.

 

 

 

I rettili sono ancora attivi, si godono le ultime settimane di tepore, chi a caccia di un'ultimo boccone, chi alla ricerca di un posto dove passare l'inverno.

 

Nelle due immagini seguenti una giovane natrice dal collare (Natrix helvetica):

 

Stagione 2018 agli sgoccioli.
Stagione 2018 agli sgoccioli.

 

 

Alcune Rana temporaria si possono osservare nelle fresche mattinate umide mentre si spostano nell'erba o nuotano in piccoli torrenti alpini:

Stagione 2018 agli sgoccioli.
Stagione 2018 agli sgoccioli.
Stagione 2018 agli sgoccioli.

 

 

 

Nelle immagini seguenti un maschio di colubro liscio (Coronella austriaca) si lascia fotografare ai primi raggi di una fresca mattina di settembre:

Stagione 2018 agli sgoccioli.
Stagione 2018 agli sgoccioli.

 

 

 

I funghi abbondano tutto l'anno, ma nel periodo autunnale spiccano i ricercati "commestibili" e i loro "antagonisti", sempre belli da vedere, hanno un'estetica particolare... e chiaramente alcuni sono buoni da mangiare.

Stagione 2018 agli sgoccioli.
Stagione 2018 agli sgoccioli.
Stagione 2018 agli sgoccioli.
Stagione 2018 agli sgoccioli.
Stagione 2018 agli sgoccioli.
Stagione 2018 agli sgoccioli.
Stagione 2018 agli sgoccioli.

 

 

 

Nella foto seguente un neonato di ramarro (Lacerta bilineata) si nasconde in una ginestra...

Stagione 2018 agli sgoccioli.

 

 

 

...mentre poco lontano una femmina gestante di Vipera aspis francisciredi sfrutta ogni minimo raggio di sole per poter terminare lo sviluppo degli embrioni che porta ancora in lei e finalmente partorirli:

Stagione 2018 agli sgoccioli.
Stagione 2018 agli sgoccioli.

 

 

 

Un giro in una valle del canton Grigioni mi permette di osservare una salamandra nera (Salamandra atra):

Stagione 2018 agli sgoccioli.
Stagione 2018 agli sgoccioli.

 

 

 

Nella foto seguente possiamo intuire una femmina di Vipera berus mentre si sposta ai piedi di un rododendro:

Stagione 2018 agli sgoccioli.

 

 

Un po' meno sperduto del marasso precedente, nella foto seguente un piccolo di colubro di Esculapio (Zamenis longissimus) frequenta le zone verdi nelle vicinanze di un paesino:

Stagione 2018 agli sgoccioli.

 

 

 

In autunno bruchi e farfalle finiscono un ciclo oppure finiscono del tutto i cicli della vita:

Stagione 2018 agli sgoccioli.
Stagione 2018 agli sgoccioli.

Sopra, bruco della sfinge dell'euforbia (Hyles euphorbiae).

Stagione 2018 agli sgoccioli.
Stagione 2018 agli sgoccioli.
Stagione 2018 agli sgoccioli.

Sopra farfalle "vissute"...sotto farfalla vissuta e ragno che se la mangia:

Stagione 2018 agli sgoccioli.

 

 

Nella foto seguente possiamo vedere una bella femmina di colubro liscio (Coronella austriaca) mentre si scalda ai piedi di un mirtillo dai classici colori di fine stagione.

Stagione 2018 agli sgoccioli.

 

 

 

Qui in basso una giovane femmina di Vipera aspis francisciredi si gode gli ultimi raggi di sole della giornata, temporeggia a rintanarsi, probabilmente intenta ad assorbire il calore ancora presente sui rami di rovo secco.

Stagione 2018 agli sgoccioli.

 

 

Se prestate attenzione, nella parte centrale a destra della seguente foto, potrete scorgere un paio di spire di una vipera. Si tratta di una femmina che ha messo al mondo i piccoli pochi giorni prima, da qui il suo aspetto un po' dimagrito:

Stagione 2018 agli sgoccioli.

 

 

 

La fine dell'estate offre anche la possibilità di imbattersi nelle mantidi religiose (Mantis religiosa). Sono insetti interessanti, grandi predatori e relativamente intelligenti. Spesso dopo una loro prima fuga disordinata, si fermano ed osservano il potenziale predatore.

Stagione 2018 agli sgoccioli.
Stagione 2018 agli sgoccioli.

Questa sopra stava tendendo un aguato ad una cavalletta.

Stagione 2018 agli sgoccioli.
Stagione 2018 agli sgoccioli.

Fino ad ora avevo sempre visto mantidi verdi. Sapevo che se ne possono osservare anche di marroni e alcune persino quasi nere, ma non ne avevo mai viste, questa sopra é la prima mantide marrone che vedo!

 

 

Tutte le mantidi sopra sono femmine, mentre questo sotto é un maschio, riconoscibile per il fisico più esile:

Stagione 2018 agli sgoccioli.

 

 

Se non si vedono serpenti, se ne indovina la presenza, come con questa muta di biacco (Hierophis viridiflavus):

Stagione 2018 agli sgoccioli.
Stagione 2018 agli sgoccioli.

L'ultimo giorno di settembre mi ha permesso di osservare, a pochi centimetri di distanza l'uno dall'altro, due serpenti neonati.

Il primo, nella foto sopra, é un colubro liscio (Coronella austriaca), mentre il secondo nella foto in basso é una Vipera aspis atra:

Stagione 2018 agli sgoccioli.

Se sopra si fa fatica a capire la stazza della piccola vipera, nella foto qui sotto, messa vicino ad un'accendino di 6 cm, la cosa risulta più chiara:

Stagione 2018 agli sgoccioli.
Stagione 2018 agli sgoccioli.

I caldi colori d'autunno contrastano con le temperature di certe notti, con l'immobilità, il ghiaccio e la morte apparente che preannunciano. Il ciclo continua, le stagioni corrono...

 

I piccoli serpenti appena nati avranno la vita dura, alcuni di loro verranno mangiati da predatori, altri si perderanno in ambienti ostili e moriranno, alcuni non si sveglieranno in primavera oppure resteranno intrappolati da nascondigli scelti male ... son tragedie che hanno il merito di rinforzare la specie, vivranno i più forti, i più furbi, i più fortunati!

 

 

Termino con la foto dei due cucciolotti trovati vicini, due specie diverse, simili per molti aspetti e tanto diversi tra di loro. La coronella da adulta potrebbe predare le giovani vipere...poi chi lo sa...la dura legge della natura potrebbe portare la vipera a mangiarsi una coronella in barba alle "leggi della scienza". Magari queste due, se sopravvivono all'inverno, coabiteranno vicine senza darsi fastidio per vari anni...

Ad ogni modo é sempre piacevole, ogni autunno, vedere in questi animaletti, la continuità della vita.

Stagione 2018 agli sgoccioli.

 

 

 

 

 

Copyright © Grégoire Meier 2018. Tutti i diritti sono riservati. È vietata la riproduzione, anche parziale dei testi e delle foto.

Condividi post

Repost0

commenti

Alessandro Margnetti 10/02/2018 21:25

Tanta roba! La prima farfalla vissuta è una Minois dryas e la seconda un maschio di Argynnis paphia. La preda del ragno è una Erebia, ma non oso tentare la specie :)
Riusciremo a trovarci prima della fine della stagione?

Grégoire Meier 10/03/2018 09:23

Ciao Ale! Grazie per le identificazioni!
Spero che riusciremo ancora a trovarci prima della fine stagione... dipende probabilmente da quanto dura ancora il bel tempo!
A presto!
Greg