Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
8 aprile 2009 3 08 /04 /aprile /2009 15:34




L’orbettino, Angius fragilis, viene spesso confuso con un serpente. In realtà questo rettile è un sauro, una lucertola senza zampe!
Come altre lucertole, anche l’orbettino può “perdere” la coda (autotomia) per sfuggire ai predatori. Nel caso dell’orbettino, al seguito dell’autotomia, la coda non ricresce più ma si cicatrizza chiudendo la ferita.
A differenza dei serpenti, l’orbettino è provvisto di palpebre ma è sprovvisto, come loro, dell’orifizio auricolare che invece possiamo notare nelle altre lucertole.



Questo sauro, che può raggiungere la lunghezza di 50 cm, ha una colorazione che va dal grigio al marrone, con delle linee longitudinali scure nelle femmine. Alcuni maschi adulti possono essere pigmentati di azzurro.
La livrea dei giovani orbettini presenta un dorso molto chiaro con una linea scura longitudinale ed un ventre scurissimo.


Tipica livrea dei giovani orbettini.

Questo animaletto che può superare i 30 anni di vita è ovoviviparo, cioè gli embrioni si sviluppano nel corpo della madre e vengono alla luce piccoli orbettini già completamente autonomi.
Questa lucertola vive in molti tipi di habitat, tra cui margini di bosco, nei cespugli, nei prati, presso muri a secco ma pure in zone urbanizzate.



La sua forma cilindrica e le sue squame lisce, il tutto rinforzato da placche ossee, permettono all’orbettino di poter scavare la terra alla ricerca di cibo (lombrichi e gasteropodi) e di rifugio.
Spesso possiamo osservare gli orbettini mentre si scaldano al sole, nascosti nell’erba. In quelle occasioni restiamo sorpresi dalla velocità con cui questo rettile, un po’ goffo, riesca a strisciare e a sparire nell’erba alta o sotto una pietra.



Generalmente è comunque più facile osservare l’orbettino al crepuscolo, quando la temperatura non è troppo elevata. La maggior parte degli incontri con questo rettile avvengono quando solleviamo sassi, tronchi o assi di legno risistemando il giardino.



Purtroppo molta gente crede ancora che questo inoffensivo rettile possa pungere con la coda e lo uccide stupidamente!
Oltre che a noi, come predatore, l’orbettino teme principalmente il gatto ed alcuni volatili.

  

 

 

 

Copyright © Grégoire Meier 2009 . Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione, anche parziale dei testi e delle foto.

Condividi post

Repost 0
Published by Grégoire Meier
scrivi un commento

commenti

Antesys 07/26/2016 16:04

io vivo in inghilterra, mio marito lavora come giardiniere in hotel, questa mattina a momenti non gli passava sopra con il tosaerba, lo ha visto e messo in una bolla di vetro, vorrebbe portarlo a casa. potrebbe o anche qui è vietato

Grégoire Meier 08/03/2016 10:49

Non so bene come siano le leggi in Inghilterra... ma credo si proibito catturare rettili pure li. La cosa migliore é lasciarlo in giardino e tentare di osservarlo altre volte nel suo ambiente naturale.

Gloria 09/24/2010 16:20



Mio figlio ha appena trovato un orbettino. E' felicissimo e lo vorrebbe tenere. Sarà possibile?



Grégoire Meier 10/14/2010 18:48



I rettili sono protetti ed é viatata la loro cattura, le conviene liberarlo.


Greg



stefy 08/10/2010 21:59



ma no poverineee!!



stefy 08/08/2010 21:04



ne ho appena incontrato uno piccolino nel mio giardino.. è tenerissimo.. i miei gatti ci stavano giocando (cattivi :( ) io l'ho spostato lontano dalle loro grinfie... o almeno spero!!  come
si fa ad un uccidere un esserino cosi dolce?.. non lo capirò mai.



Grégoire Meier 08/10/2010 11:17



Sei fortunata ad averne in giardino, ti mangiano le lumache!!



alessandro 04/16/2009 20:06

Ho una particolare predilezione per l'orbettino. È stato il primo "serpente" che ho avuto il piacere di acchiappare. Avevo forse sei anni e si saliva dal paese di Camorino verso le frazioni a ridosso dei fortini della fame. Ero con mio papà. A un certo punto vediamo un piccolo rettile di traverso sul sentiero. Mio papà mi dice di prenderlo e alla mia titubanza mi garantisce che non mi avrebbe fatto nulla. Così è stato e così, credo, è nata la mia fascinazione per questi animali. Il secondo ricordo risale alla quinta elementare. Un ragazzino, non saprei più chi, arriva di corsa chiamandomi _ Alessandro! alessandro, stanno uccidendo una biscia!-
Vado a vedere e riesco a salvare una femmina di orbettino. La porto in classe, spiego a tutti che non è un serpente e che è innocuo, lo mettiamo in un terrario e lo chiamiamo Teresa. Per nutrirla cerchiamo insetti vari sotto le piode che lastricano una vigna lì vicino. Pochi giorni dopo, sotto quelle piode scoviamo una dozzina di orbettini che vanno a tner compagni a teresa. Fino alla fine dell'anno scolastico restano nel terrario, nutriti con piccoli coleotteri, lombrichi e altri insetti prelevati nella vigna dove sono stati trovati. A giugno, metto tutti gli orbettini in un sacchetto di carta e li porto a casa, liberandoli nell'orto. non so se ho fatto bene. Per alcuni anni abbiamo trovatov questi piccoli rettili attorno a casa, ultimamente non se ne vedono più, ma sono aumentati i gatti e gli automobilisti :-(
L'ultimo annedoto è una storiella che mi raccontava mia nonna (1901-1985). Presumo che sia una storiella diffusa un po' ovunque.

"Una volta l'orbettino, "la lembresina" era velenosissimo e feroce. Gli uomini, che ne morivano e lo temevano, si rivolsero alla Madonna. Questa, chiamato al suo cospetto l'orbettino, lo pose di fronte a una scelta: o perdere la vista o perdere il veleno. L'orbettino, estremamente malvagio, disse alla Madonna che piuttosto che perdere il veleno avrebbe perso la vista. Di fronte a tanta cattiveria, la Madonna lo privò di entrambi" :-)

Ciao!

ale

Grégoire Meier 04/17/2009 09:45


Ciao Ale e grazie per il tuo prezioso contibuto!
In effetti, ancora oggi, è diffusa l'idea errata che l'orbettino sia cieco!
La Madonna avrà avuto un po' di compassione!?;-)
Greg
 


Presentazione

  • : Serpenti del Ticino
  • Serpenti del Ticino
  • : Punto di incontro per gli amanti dei serpenti o solo per chi è curioso di conoscerli.
  • Contatti

Contattarmi

Se volete contattarmi, per informazioni o per identificare un serpente che avete osservato, mandatemi pure una mail al seguente indirizzo: 

info@serpenti-del-ticino.com

oppure chiamate o mandate una foto al:

077 425 68 37

Cerca