Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
26 aprile 2011 2 26 /04 /aprile /2011 13:39

 

 

Scrivo questo articolo per consigliare l’uso dell’Ecosave in caso di morso da vipera.

L’Ecosave è uno stimolatore elettrico in grado di emettere scariche ad alto voltaggio e a basso amperaggio.

 

Ecosave light

Foto per gentile concessione di Tecnimed srl


I morsi delle vipere generalmente lasciano, sulla parte colpita, due ferite a forellino simmetriche, provocate dai denti veleniferi. Su queste vanno appoggiati gli elettrodi dell'apparecchio, procedendo con una prima scarica. Facendo poi perno su un elettrodo posto su una delle due ferite, si applicano in senso circolare da 3 a 7 scariche. Nella stessa maniera si ripete l'operazione sulla seconda ferita, in modo da trattare interamente tutta l’area interessata.

Ecosave è utile contro i morsi di vipera, il cui veleno agisce localmente come agente emocitotossico. L'azione di Ecosave non è efficace contro il veleno neurotossico che viene trasmesso attraverso le fibre nervose, come quello del cobra e di altri animali.

Altre particolarità, controindicazioni e modi di uso li trovate sul sito http://www.tecnimed.it/ecosave.html da dove ho già preso le indicazioni precedenti.

 

In pratica gli stimoli elettrici prodotti dall’Ecosave neutralizzano o modificano alcune componenti del veleno di vipera, riducendone gli effetti sul nostro organismo.

 

Nel settembre dello scorso anno, mentre svolgevo delle operazioni di pulizia nei miei terrari, una Vipera ammodytes di piccole dimensioni mi ha morso la mano.  Non è stato un morso difensivo, ma probabilmente la vipera ha scambiato la mia mano per una preda.

 

am3

Vipera ammodytes


Subito dopo il morso ho rimesso la vipera nel terrario e ho dato alcune scosse, nella zona del morso, con l’Ecosave. Tengo a precisare che mi sono limitato a dare una decina di impulsi. Se avessi dato ulteriori impulsi (come consigliato dal produttore), sicuramente avrei avuto sintomi più leggeri. Ho aspettato alcuni minuti per vedere se avevo dei sintomi di avvelenamento, che si sono manifestati dopo una decina di minuti, con un gonfiore alla mano che lentamente si estendeva all’avambraccio. Mi sono recato all’ospedale dove sono stato monitorato per alcune ore, monitoraggio e analisi che hanno  dimostrato che presentavo unicamente degli effetti locali.

In pratica ho avuto unicamente l’avambraccio gonfio per una decina di giorni, dolori che si estendevano dalla mano fino al gomito (dolore che ricordava una martellata) e un ecchimosi alla mano. Ho seguito per qualche giorno una cura di antiallergici per scongiurare altre reazioni.

 

1

Questo é il gonfiore una ventina di minuti dopo il morso.


Grazie all’utilizzo dell’Ecosave gli enzimi  presenti nel veleno di Vipera ammodytes, che solitamente provocano necrosi e sintomi più generalizzati (nausea, vomito diarrea, ecc.) sono stati neutralizzati.

Ho potuto constatare che ciò che avevo osservato col mio caso di morso di vipera trattato con l’Ecosave era già stato osservato  e documentato in un articolo del 2008 di Claudio Bagnoli e Augusto Cattaneo, "Note sulla biologia di Vipera ammodytes in alcune località del Friuli".

 

Con questo articolo mi permetto di consigliare a tutti coloro che regolarmente sono a contatto con vipere, escursionisti, cacciatori, ecc. di procurarsi questo piccolo apparecchio. Il suo uso non è per niente invasivo, e può permettere a chi, malauguratamente, viene morso da una vipera, anche in montagna, di recarsi all’ospedale sulle proprie gambe.

 

Tengo a ringraziare Claudio Bagnoli per il prezioso aiuto, la ricca documentazione, le numerose informazioni e la gentilissima disponibilità.

 

Un grazie anche alla ditta TECNIMED srl per la disponibilità e la documentazione. Potete acquistare l’Ecosave direttamente da loro:  http://www.tecnimed.it

 

Se siete interessati potete richiedermi alcuni documenti che trattano l’argomento in modo più approfondito.

 

 

 

Copyright © Grégoire Meier 2011 . Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione, anche parziale dei testi e delle foto.

Condividi post

Repost 0
Published by Grégoire Meier
scrivi un commento

commenti

ivo negrini paradiso 05/28/2011 11:49



Buongiorno! Ho una domanda/richiesta inusuale, cerdo da ieri a destra e sinistra dove rivolgermi, ma non essendo informato su questa specialità..... :


Ho un cliente a Gentilino, il quale ha un piccolo parco, manuenuto, dove lui, la figlia con la nipotina di 1 anno, altri, giornalmente sostano o passeggiano attraverso x essere nella natura
amata.


L'altro ieri si sono imbattuni in una biscia di ca cm 80-100 che prendeva il sole vicino ala loro vigna (forse uno "scurzun" dico io senza esperienza), stà di fatto


che ora hanno paura di mettervi piede:


Domanda: ci sarebbe una persona atta a tale ricerca, pziente, per poi prenderlo e spostarlo in altro luogo....  ? Certamente pagato all'ora + trasferta, da concordare


Cordiali saluti e grazie per l'attenzione


info@negrinipaesaggista.ch      tel/fax: 091  994.26.20


I.-Negrini  via Collina Azzurra 10   6900 Lugano/Paradiso



UpTheHill 04/26/2011 18:31



Ciao Grégoire,


bene sapere che un esperto lo ha provato su se stesso :-) Certo che 10 giorni di dolori e gonfiore non sono mica uno scherzo comunque.


UpTheHIll
www.montagnaticino.com



Presentazione

  • : Serpenti del Ticino
  • Serpenti del Ticino
  • : Punto di incontro per gli amanti dei serpenti o solo per chi è curioso di conoscerli.
  • Contatti

Contattarmi

Se volete contattarmi, per informazioni o per identificare un serpente che avete osservato, mandatemi pure una mail al seguente indirizzo: 

info@serpenti-del-ticino.com

oppure chiamate o mandate una foto al:

077 425 68 37

Cerca