Tuesday 22 december 2009 2 22 /12 /Dic /2009 16:16

Senza titolo1
Stele in pietra con due draghi, Dinastia Han.

In molte culture, come abbiamo visto in altri capitoli, il serpente è presente in parecchi miti. Il serpente in alcune tradizioni, assume le sembianze di un drago, che, malgrado un aspetto relativamente diverso, non è altro che la rappresentazione di un serpente sviluppato e rivisitato. Simbolicamente il drago ed il serpente assumono il medesimo ruolo ed hanno lo stesso valore rappresentativo. Tra tutte le culture, indubbiamente, quella cinese è quella che esprime nella sua massimo potenza la forza del drago. Cercherò di dare delle brevi notizie su questo animale mitico, ma chiaramente gli oltre 2000 anni di storia cinese impediscono di avere un’unica nozione del concetto drago, per cui approfondendo il discorso si possono trovare altre versioni e innumerevoli leggende.

drago 0732
Dipinto su stoffa, dinastia Qing. In questo caso il drago é "giocherellone", notate dov'è finita una scarpa del personaggio che lo cavalca...

In Cina, il drago più comunemente rappresentato, è un “ibrido” composto da diversi (solitamente 9) animali:

-il cammello, per la testa
-il cervo, per le corna
-il gambero, per gli occhi
-la mucca, per le orecchie
-il serpente, per il corpo
-la rana, per il ventre
-la carpa, per le scaglie
-la tigre, per le zampe
-l’aquila, per gli artigli

Malgrado questo aspetto curioso e per certi versi spaventoso, il drago è un’entità benefica e di buon augurio. Simbolo di pioggia e di fertilità, questo mitico essere può rendersi invisibile e può nascondersi ovunque (cielo, nuvole, terra e sottoterra). Spesso si rappresenta il drago mentre custodisce una perla, forse la luna o il sole, probabilmente l’uovo cosmico, che contiene tutta l’energia del mondo. La tradizione cinese vuole che il drago sia il principio yang, cioè quello maschile, ed il fatto di credere che questi esseri vivano tra le nuvole, nei mari e sotto terra (principi yin, femminili), ci riporta alle culture primitive in cui la terra viene fecondata dal serpente.

ciot
Ciotola in porcellana con drago verde, Dinastia Qing.

Riassumendo ulteriormente la figura, o meglio, il concetto del drago orientale, possiamo dire che al contrario di ciò che avviene nella mitologia occidentale e al suo aspetto terrificante, il drago è un animale benefico e di buon augurio, che rappresenta le forze che dominano e motivano il mondo. Il drago è lo spirito, il potere della natura e del cambiamento, spesso legato alle nuvole. Il drago è il simbolo della fertilità, é lo spirito della vita.

piat bb
Piatto bianco e blu, fine della dinastia Qing. 

 

 

 

Copyright © Grégoire Meier 2009 . Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione, anche parziale dei testi e delle foto.

Di Grégoire Meier
Scrivi un commento - Vedi 2 commenti
Torna alla home

Presentazione

Contattarmi

Se volete contattarmi, per informazioni o per identificare un serpente che avete osservato, mandatemi pure una mail al seguente indirizzo: 

info@serpenti-del-ticino.com

oppure chiamate o mandate una foto al:

077 425 68 37

Cerca

Immagini a caso

  • estate-2013-0841-copia
  • Esculapio testa
  • fem8
  • Hierophis-viridiflavus_0211.jpg
  • 1 copia
  • Esculapio int
Crea un blog gratis su over-blog.com - Contatti - C.G.U. - Remunerazione in diritti d'autore - Segnala abusi - Articoli più commentati