Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
3 maggio 2012 4 03 /05 /maggio /2012 16:42

In Ticino abbiamo due sottospecie di Vipera aspis: Vipera aspis francisciredi e Vipera aspis atra (sottospecie oggi non riconosciuta come sottospecie da una parte del mondo accademico…).  In Svizzera troviamo anche la Vipera aspis aspis, nei territori del Jura. Esistono altre due sottospecie, una presente nella zona dei Pirenei, la Vipera aspis zinnikeri e una che colonizza alcuni territori del Sud Italia, la Vipera aspis hugyi.

In questi giorni ho avuto la fortuna di recarmi in Calabria e potermi inoltrare negli habitat di quest’ultima sottospecie di Vipera aspis e  soprattutto di poterne osservare due individui.

Questa vipera é tendenzialmente massiccia e generalmente presenta un disegno dorsale che, si differenzia molto da quello delle altre sottospecie, crea quasi dei tondi congiunti tra di loro (ma non sempre)  delicatamente bordati da un tono leggermente più scuro.  Come in altre vipere, anche nella Vipera aspis hugyi, la colorazione e il motivo dorsale é molto variabile.

Informandomi, facendo « indagini » e discutendo con persone che conoscono questi rettili, risulta che  le loro popolazioni sono piuttosto poco dense e gli animali di difficile osservazione. Vedendo gli habitat e la loro vastità capisco la difficoltà di poter monitorare e avere un quadro completo delle popolazioni presenti in certi territori.

 

Oltre ad aver avuto la fortuna di trovare due individui, entrambi femmina, in pochi giorni, abbiamo pure avuto la fortuna di osservare un individuo melanico/melanotico, forma poco comune o per lo meno poco documentata. Se non erro, l’unica fotografia pubblicata di una Vipera aspis hugyi con questa livrea quasi totalmente nera é presente nel libro di Brodmann (Die Giftschlangen Europas und die Gattung Vipera in Afrika und Asian, 1987, pagina 82), citazione presente anche nel libro The Vipers of Europe di Johan De Smedt (2001, pagina 249).

 

Ora lascio spazio alle numerose immagini che ho scattato a queste splendide vipere!

 

 

calabria 4960 copia

 

 

calabria 4742 copia

 

calabria 5133 copia

 

 

calabria 5146 copia

 

calabria 5109 copia

 

calabria 5225 copia

 

calabria 5047 copia

 

 

calabria 5441 copia

 

 

calabria 5407 copia

Nelle medesime zone abbiamo osservato qualche individuo di Hierophis viridiflavus.

 

calabria 5444 copia

I compagni di ricerca: Antonino, Melo, Matteo e Francesco, che ringrazio anche qui per l'ospitalità, l'aiuto e aver reso possibile e allegro questo soggiorno.

 

 

In fine l'esemplare melanotico di Vipera aspis hugyi, noterete che é sporca di terra, segno che ha concluso da poco il suo periodo di riposo invernale, nascosta sotto le radici o in qualche altro nascondiglio. La cosa ci é pure stata confermata da un abitante della zona che ci ha affermato che la neve era presente ancora poche settimane fa.

 

calabria 5692 copia

 

calabria 5724 copia

 

 

calabria 5515 copia

 

calabria 5632 copia

 

7138398287 a4305f7e2f b

 

calabria 5519 copia

 

 

calabria 5745 copia

 

 

Copyright © Grégoire Meier 2012. Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione, anche parziale dei testi e delle foto.

Condividi post

Repost 0
Published by Grégoire Meier
scrivi un commento

commenti

Davide Cerquetti 09/04/2015 04:33

Bravo Meier! Si è diffusa una giusta erpetofilia, dagli anni Ottanta, quando tra il 1974 e il 1983 apparvero la prima edizione e le ristampe di beceri libretti, dal titolo La vipera, presso Nardini, Firenze, in cui due idioti - gli autori, ancora pieni di dubbi e di incognite, vale a dire due biologi ed erpetofili di una ignoranza orrenda e di una erpetofobia agghiacciante - infastidivano e uccidevano vari esemplari, ne catturavano altri per nefandi esperimenti di comportamento ecc ecc.

Grégoire Meier 09/04/2015 15:15

Ciao Davide,
sì, per fortuna le cose sono cambiate….siamo passati da scienziati improvvisati, cacciatori di serpenti, erpetofili della vecchia guardia ad uno sguardo un po' più obbiettivo e rispettoso nei confronti di questi e tanti altri animali. La strada della perfezione é ancora lunga…
Greg

ale 05/03/2012 20:47


Splendido animale e magnifiche foto. Ti ho pensato spesso nelle scorse settimasne. L'anno scorso di questi tempi si camminava qui attorno.


Nell'ultima fotografia la hugy melanica sembra gonfiare il collo. È una mia impressione o si tratta di un atteggiamento terrifico?

Grégoire Meier 05/05/2012 15:58



Ciao Ale, grazie! Hai ragione, e spero di riuscire presto a fare un salto dalle tue parti!


Nell'ultima foto effettivamente sembra gonfiare il collo... più che un atteggiamento di intimidazione, in questo caso é stata la posizione che gli ho fatto assumere, per avere un buon profilo che
fa risultare il collo gonfio!


A presto!


Greg



Presentazione

  • : Serpenti del Ticino
  • Serpenti del Ticino
  • : Punto di incontro per gli amanti dei serpenti o solo per chi è curioso di conoscerli.
  • Contatti

Contattarmi

Se volete contattarmi, per informazioni o per identificare un serpente che avete osservato, mandatemi pure una mail al seguente indirizzo: 

info@serpenti-del-ticino.com

oppure chiamate o mandate una foto al:

077 425 68 37

Cerca