Overblog Segui questo blog
Edit page Administration Create my blog
/ / /



Tra le sette specie di serpenti presenti in Ticino, manca solo lui, il colubro di Esculapio. 

Il colubro di Esculapio (Zamenis longissimus o Elaphe longissima) o saettone può raggiungere una lunghezza di un metro e mezzo ed ha una livrea bruno-giallastra che tende a schiarirsi verso il capo.

Zamenis-longissimus 4128 copia

Quasi tutti gli individui hanno diverse squame bordate di bianco sparse sul corpo. In alcuni esemplari possiamo notare delle leggere linee più scure che corrono lungo tutto il corpo. I neonati presentano sulla nuca un collarino giallo che sparisce con l’età.


es

Giovane col tipico collarino giallo.

 

es2

Questo elegante colubro ama particolarmente vivere ai margini del bosco, in zone cespugliose e nei roveti. Lo possiamo spesso osservare anche nei vigneti dove trova rifugio nei vecchi muri a secco. Il colubro di Esculapio si nutre prevalentemente di piccoli roditori anche se non disdegna qualche nidiaceo che scova arrampicandosi nei cespugli o negli alberi bassi.


Zamenis-longissimus 4048 copia

Il saettone generalmente rimane immobile, quando ce ne avviciniamo, facendo affidamento al mimetismo.

Foto di Yves Brunelli

Malgrado la sua indole tranquilla e dolce, se si sente minacciato, questo serpente non esita a sollevare dal suolo la parte anteriore del proprio corpo lanciandosi in finti ed intimidatori attacchi.


2 copia

Nell’Antica Grecia questo colubro era un attributo di Asclepio, Dio della medicina, “trasformato” in Esculapio dai Romani. Secondo alcune ricerche sarebbero proprio i Romani ad aver introdotto il colubro di Esculapio in Ticino, trasportandone diversi esemplari, da venerare nel tempio, durante le loro campagne belliche (va ricordato che anche il castagno (
Castanea sativa) è arrivata da noi coi Romani).



Oggi, il colubro di Esculapio, è ancora usato come emblema della medicina.


3 copia

Copyright © Grégoire Meier 2009 . Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione, anche parziale dei testi e delle foto.

Qui potete vedere altre foto di questo serpente:

 

http://www.serpenti-del-ticino.com/album-1866277.html

 

 

Condividi pagina

Repost 0
Published by

Presentazione

  • : Serpenti del Ticino
  • Serpenti del Ticino
  • : Punto di incontro per gli amanti dei serpenti o solo per chi è curioso di conoscerli.
  • Contatti

Contattarmi

Se volete contattarmi, per informazioni o per identificare un serpente che avete osservato, mandatemi pure una mail al seguente indirizzo: 

info@serpenti-del-ticino.com

oppure chiamate o mandate una foto al:

077 425 68 37

Cerca